CORSI SICUREZZA SUL LAVORO (ONLINE)

Il corso rappresenta il percorso di formazione generale e specifica ai sensi dell'art 37 comma 2 del Dlgs 81/08.
La formazione, secondo l’Accordo Stato Regioni consente ai lavoratori di conoscere, nel dettaglio i concetti di rischio, danno, prevenzione  e i relativi comportamenti da adottare al fine di tutelare la propria sicurezza e salute e quella dei propri colleghi.
Si considerano lavoratori di aziende a rischio basso i lavoratori di settori quali commercio, uffici e servizi, artigianato, turismo.

Il corso rappresenta il percorso di formazione generale e specifica ai sensi dell'art 37 comma 2 del Dlgs 81/08.
La formazione, secondo l’Accordo Stato Regioni consente ai lavoratori di conoscere, nel dettaglio i concetti di rischio, danno, prevenzione  e i relativi comportamenti da adottare al fine di tutelare la propria sicurezza e salute e quella dei propri colleghi, che necessita di aggiornamento periodico.
Si considerano lavoratori di aziende a rischio basso i lavoratori di settori quali commercio, uffici e servizi, artigianato, turismo.

Formazione e informazione lavoratori - Rischio MEDIO (Aggiornamento)

Il corso rappresenta il percorso di formazione generale e specifica ai sensi dell'art 37 comma 2 del Dlgs 81/08.
La formazione, secondo l’Accordo Stato Regioni consente ai lavoratori di conoscere, nel dettaglio i concetti di rischio, danno, prevenzione  e i relativi comportamenti da adottare al fine di tutelare la propria sicurezza e salute e quella dei propri colleghi, che necessita di aggiornamento periodico.
Si considerano lavoratori di aziende a rischio medio i lavoratori di settori quali agricoltura, pesca, Pubblica Amministrazione, Istruzione, trasporti, magazzinaggio.

Formazione e informazione lavoratori - Rischio ALTO (Aggiornamento)

Il corso rappresenta il percorso di formazione generale e specifica ai sensi dell'art 37 comma 2 del Dlgs 81/08.
La formazione, secondo l’Accordo Stato Regioni consente ai lavoratori di conoscere, nel dettaglio i concetti di rischio, danno, prevenzione  e i relativi comportamenti da adottare al fine di tutelare la propria sicurezza e salute e quella dei propri colleghi, che necessita di aggiornamento periodico.
Si considerano lavoratori di aziende a rischio alto i lavoratori di settori quali costruzioni, industria alimentare, tessile, legno, manifatturiero, energie, rifiuti, raffinerie, chimica, sanità, servizi residenziali.

RSPP - Rischio BASSO (Aggiornamento)

Il corso rappresenta il percorso di aggiornamento ai sensi dell'art 34 del Dlgs 81/08 per il Datore di Lavoro che intende svolgere i compiti propri del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) nella propria azienda classificata di rischio basso.


Si considerano datori di lavoro di aziende a rischio basso i Datori di Lavoro di settori quali commercio, uffici e servizi, artigianato, turismo.

RSPP - Rischio MEDIO (Aggiornamento)

Il corso rappresenta il percorso di aggiornamento ai sensi dell'art 34 del Dlgs 81/08 per il Datore di Lavoro che intende svolgere i compiti propri del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) nella propria azienda classificata di rischio medio.


Si considerano datori di lavoro di aziende a rischio medio i datori di lavoro di settori quali agricoltura, pesca, Pubblica Amministrazione, Istruzione, trasporti, magazzinaggio.

RSPP - Rischio ALTO (Aggiornamento)

Il corso rappresenta il percorso di aggiornamento ai sensi dell'art 34 del Dlgs 81/08 per il Datore di Lavoro che intende svolgere i compiti propri del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) nella propria azienda classificata di rischio alto.
Si considerano datori di lavoro di aziende a rischio alto i datori di lavoro di settori quali costruzioni, industria alimentare, tessile, legno, manifatturiero, energie, rifiuti, raffinerie, chimica, sanità, servizi residenziali.

Preposto alla sicurezza

La normativa in merito alla sicurezza sul lavoro prevede la presenza di una figura che affianca e sostituisce in caso di necessità il datore di lavoro, che non può essere sempre presente in azienda: si tratta della figura del preposto.


La figura del preposto viene stabilita dall’articolo 2 lettera e. del Decreto legislativo 81/08 e viene definito come la persona che ha il compito di controllare i lavoratori e garantire che vengano messe in atto le direttive ricevute dal datore di lavoro per la sicurezza dei lavoratori e del luogo di lavoro.

Preposto alla sicurezza (Aggiornamento)

La normativa in merito alla sicurezza sul lavoro prevede la presenza di una figura che affianca e sostituisce in caso di necessità il datore di lavoro, che non può essere sempre presente in azienda: si tratta della figura del preposto, che necessita di aggiornamento periodico.


La figura del preposto viene stabilita dall’articolo 2 lettera e. del Decreto legislativo 81/08 e viene definito come la persona che ha il compito di controllare i lavoratori e garantire che vengano messe in atto le direttive ricevute dal datore di lavoro per la sicurezza dei lavoratori e del luogo di lavoro.

Dirigente della sicurezza

Si definisce “dirigente” la persona che, in ragione delle competenze professionali e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l’attività lavorativa e vigilando su di essa.

L’art. 37 del D. Lgs. 81/08 (cosiddetto Testo Unico sulla Sicurezza) prevede una specifica formazione per i dirigenti, secondo i contenuti e la durata previsti dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011. Saranno inoltre trattate le tematiche relative alla valutazione dei rischi, alla comunicazione, formazione e consultazione dei lavoratori.

Dirigente della sicurezza (Aggiornamento)

Si definisce “dirigente” la persona che, in ragione delle competenze professionali e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l’attività lavorativa e vigilando su di essa, e necessita di aggiornamento periodico.

L’art. 37 del D. Lgs. 81/08 (cosiddetto Testo Unico sulla Sicurezza) prevede una specifica formazione per i dirigenti, secondo i contenuti e la durata previsti dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011.